Falsi miti

Donare il sangue è dannoso per la salute –  FALSO

Per un adulto sano la donazione di sangue non comporta alcun rischio.
Inoltre, esistono precise disposizioni che regolano la raccolta del sangue:

– la quantità del sangue che viene prelevata mediamente ad ogni prelievo è minima ed è stabilita per legge in 450 centimetri cubi +/- 10%;
– tra una donazione di sangue intero e l’altra devono trascorrere almeno 90 giorni;
– la frequenza annua delle donazioni non deve essere superiore a 4 nell’uomo e a 2 nelle donne in età fertile;
– i controlli e le visite periodiche effettuate a ciascun donatore prima di ogni donazione sono uno strumento di medicina preventiva, a tutela dello stato di salute generale del donatore.

Gli obiettivi primari del Servizio Sanitario Nazionale sono la sicurezza e la tutela della salute dei donatori e dei trasfusi. L’accurata selezione del donatore, le indagini di laboratorio di ultima generazione, il buon uso del sangue, l’emovigilanza hanno lo scopo di salvaguardare la salute del donatore, escludere la trasmissione di malattie infettive e verificare la compatibilità del gruppo sanguigno.

Per le donne donare sangue è dannoso – FALSO

La donazione di sangue per le donne non ha controindicazioni. Tuttavia, viste le perdite dovute alle mestruazioni, le donne in età fertile possono donare sangue intero solo due volte l’anno. In ogni caso, il monitoraggio costante dell’emoglobina, effettuata prima di ogni donazione, e del ferro, tutelano la salute delle donatrici. È inoltre possibile la donazione di plasma in aferesi, che non incide sui globuli rossi ed il ferro.

Chi fuma o beve non può donare – FALSO

Ogni abitudine scorretta, dalla dieta al consumo di droghe, alcolici e tabacco, se portata all’eccesso è pericolosa per la salute sia del donatore che del ricevente. Tuttavia, per donare il sangue, basta non esagerare ed evitare di bere o fumare la sera e la mattina prima della donazione.

Per donare si perde tutta la mattina – FALSO

È possibile prenotare per effettuare la donazione, scegliendo il giorno e l’ora più comodi. Inoltre, i tempi della donazione (comprese tutte le procedure che la precedono) si aggirano intorno a 1 ora per il sangue e 1 ora e mezza per il plasma.

Donare il sangue è doloroso – FALSO

La percezione del dolore è soggettiva. Molti donatori percepiscono solo la lieve puntura iniziale, mentre il resto della procedura è indolore. Spesso ciò che ferma il potenziale donatore è la paura dell’ago o l’impressione alla vista del sangue, entrambe cose molto comuni, ma superabili.

Se prendo la pillola anticoncezionale non posso donare – FALSO

L’assunzione della pillola contraccettiva non va sospesa e non ostacola l’accesso alla donazione.

La donazione è spossante – FALSO

Come il dolore, anche la stanchezza è soggettiva e varia da donatore a donatore, anche in base alle stagioni. Se si segue una dieta corretta, si evitano sforzi prima e dopo la donazione e si beve molto, è possibile evitare lo spossamento post-donazione.

Fonte: AVIS